Insaporitore vegetale fatto in casa

A casa mia il dado è sempre stato un ingrediente fisso, veniva utilizzato per preparare le minestre, il brodo del risotto, per insaporire il sugo, le verdure cotte, il pesce e la carne.

Non mi sono mai posta la necessità di prepararlo in casa, finché studiando per diventare nutrizionista ho iniziato a osservare attentamente le confezioni degli alimenti che ero solita acquistare, prestando particolare attenzione alla lista degli ingredienti. Nel mio immaginario il dado vegetale doveva contenere un’elevata quantità di verdure e invece mi accorsi che conteneva circa il 4- 7% di ortaggi… e il restante 93-96% cos’era?

Principalmente sale, grassi vegetali come olio di palma e burro di karitè, vari esaltatori di sapore e fonti nascoste di sodio come glutammato monosodico, inosinato disodico e guanilato disodico, zucchero e in piccolissima percentuale delle spezie.

A questo punto mi sono chiesta se fosse possibile preparare un insaporitore 100% vegetale e siccome la voglia di sperimentare in cucina non mi è mai mancata ho provato diverse versioni e quella che mi ha dato più soddisfazione prevedeva l’essiccamento degli ortaggi che in questo modo mantengono un odore e un aroma più decisi.

Ingredienti

  • cipolla, sedano e carote
  • verdure a scelta tra pomodori, porri, erbette, zucchine, spinaci…
  • insaporitori a scelta tra prezzemolo, basilico e salvia
  • 2-3 spicchi di aglio (facoltativo)

Preparazione

  1. Frullare le verdure con un mixer
  2. Posizionare il composto sui ripiani rivestiti con carta forno o apposite retine antiaderenti
  3. Lasciar essiccare a circa 55° per 24 ore
  4. Una volta ben secchi frullare nuovamente e versare in un vasetto con chiusura ermetica
Verdura frullata da essiccare
Insaporitore vegetale pronto all’uso

Grissini con esubero di lievito madre

L’esubero è ciò che avanza del lievito madre ogni volta che si effetto il rinfresco. Per evitare di buttarlo via si può impiegare nella preparazione di ricette che necessitano di brevi lievitazioni, come piadine, grissini…

Grissini con esubero lievito madre

Ingredienti
  

  • 100 g esubero lievito madre
  • 30 ml acqua
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 80 g farina a scelta tra tipo 1, tipo 2, farro…
  • sale

Procedimento
 

  • In una ciotola sciogli il lievito madre con l'acqua, poi aggiungi l'olio extravergine di oliva.
  • Versa la farina, il sale e impasta bene fino ad ottenere un panetto liscio.
  • Dividi l'impasto in 15 palline e allungarli fino ad ottenere dei cilindri.
  • Posizionali su una teglia rivestita con carta forno e fai cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti o finché risultano croccanti.

Piadina con esubero di lievito madre

L’esubero è ciò che avanza del lievito madre ogni volta che si effetto il rinfresco. Per evitare di buttarlo via si può impiegare nella preparazione di ricette che necessitano di brevi lievitazioni, come piadine, grissini…

Piadine con esubero di lievito madre

Ingredienti
  

  • 100 g esubero lievito madre
  • 30 g acqua a temperatura ambiente
  • 30 g latte o bevanda vegetale
  • 2 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 150 g farina che preferisci: tipo 1, tipo 2, integrale, farro, segale, riso, grano saraceno…
  • sale
  • curcuma, mix di erbe aromatiche a piacere

Procedimento
 

  • In una ciotola sciogli il lievito madre con l'acqua e il latte. Poi aggiungi l'olio extravergine di oliva.
  • Versa la farina, il sale ed a piacere della curcuma e/o delle erbe aromatiche secche.
  • Impasta fino ad ottenere un panetto e lascia riposare una decina di minuti.
  • Dividi il tutto in 4-6 parti e stendile con il mattarello.
  • Riscalda una padella antiaderente e quando ben calda posiziona la piadina. Lascia cuocere qualche minuto per lato.

Torta salata spinaci e robiola

Piatto unico ideale da preparare tutto l’anno utilizzando gli spinaci congelati o quelli freschi. Facile e nutriente, può essere preparata in anticipo o portata in ufficio per la pausa pranzo.

In alternativa agli spinaci è possibile utilizzare le biete, le foglie delle coste, il bok choi, il cavolo nero oppure la cicoria.

Torta salata spinaci e robiola

Ingredienti
  

Per il ripieno

  • 500 g spinaci freschi o surgelati
  • 200 g robiola
  • 2 uova
  • sale, pepe e noce moscata
  • grana grattugiato
  • pane grattugiato

Per la sfoglia

  • 250 g farina di tipo 1, tipo 2 o integrale
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 90 g acqua fredda
  • sale

Procedimento
 

Per la sfoglia

  • Versa in una ciotola la farina, l'olio, l'acqua e il sale. Impasta velocemente fino ad ottenere un panetto poi avvolgilo nella carta forno e riponilo in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per il ripieno

  • In una padella antiaderente versa un goccio di olio e gli spinaci. Poi aggiungi un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Fai cuocere per circa 10 minuti poi spegni e lascia raffreddare.
    Aggiungi agli spinaci la robiola, 1 uovo e 1 albume (il tuorlo lascialo da parte), una manciata di formaggio grattugiato e un pizzico di noce moscata. Mescola bene.

Assemblaggio

  • Prendi l'impasto della sfoglia e con il matterello stendilo bene, poi posizionalo in una tortiera coperta con carta forno. Versa sul fondo 1-2 cucchiai di pane grattugiato, poi aggiungi il ripieno e ripiega l'eventuale eccesso di sfoglia verso l'interno. Spennella il tuorlo sulla superficie poi inforna a 180° per almeno 25-30 minuti.
    Sforna e lascia raffreddare.

Panini al lievito madre con curcuma e semi di girasole

Panini deliziosi preparati con il lievito madre e arricchiti con spezie e semi oleosi. L’utilizzo del lievito madre rende i panini più digeribili e con un caratteristico sapore acidulo e floreato.

Per questa preparazione mi sono ispirata alla ricetta di Andrea Bianchi pubblicata sul suo sito lievitonaturale.org

Panini al lievito madre con curcuma e semi di girasole

Ingredienti
  

  • 600 g farina di tipo 1
  • 320 g acqua a temperatura ambiente
  • 150 g lievito rinfrescato
  • 12 g sale
  • 80 g olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino curcuma
  • pepe
  • semi di girasole

Procedimento
 

  • In una ciotola versa il lievito con una parte dell’acqua e mescola finché si formano tante bollicine e il lievito è ben sciolto.
    Poi aggiungi la restante parte di acqua (lasciane solo 1 cucchiaio che servirà successivamente per incorporare il sale).
  • Aggiungi la farina e impasta fino ad ottenere un panetto omogeneo. Lascia riposare per 10 minuti.
  • Aggiungi il sale, la curcuma, il pepe e il cucchiaio di acqua rimanete, impasta bene poi lascia riposare per altri 10 minuti.
  • Aggiungi un quarto dell'olio e impasta. Quando vedi che è stato completamente assorbito aggiungine ancora un quarto e impasta. Continua finché esaurisci l'olio.
  • Lascia riposare 30 minuti, poi fai un giro di pieghe. Ripeti un altro giro dopo 30 minuti.
  • Copri la ciotola e posizionala in frigorifero per tutta la notte o circa 8 ore.
  • Togli dal frigorifero e lascia acclimatare l'impasto. Poi dividilo in 11 palline da circa 105g. Dai la forma e posizionale su una teglia rivestita da carta forno. Copri la teglia con della pellicola trasparente e lascia lievitare fino al raddoppio.
  • Circa 10 minuti prima di infornare scopri i panini in modo che l'aria secchi leggermente la superficie.
  • Spennella la superficie con del latte e aggiungi i semi di girasole.
  • Cuoci in forno statico a 190° per 15-20 minuti.

Farifrittata con il cipollotto

La farifrittata è un’alternativa vegetale alla classica frittata con le uova. Prevede l’utilizzo della farina di ceci e richiede un lungo riposo di almeno 6 ore.

La farifritatta può essere arricchita con qualsiasi verdura di stagione, coma ad esempio zucchine, spinaci, bietole, asparagi, agretti, porri…

La farifrittata può essere cotta al forno oppure in padella.

Farifrittata con cipollotto fresco

Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 190 g farina di ceci
  • 500 ml acqua a temperatura ambiente
  • 2 cipollotti freschi
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • mix erbe aromatiche a scelta

Procedimento
 

  • In una ciotola versa la farina e aggiungi lentamente l'acqua mescolando continuamente con una frusta in modo da non creare dei grumi.
    Copri e lascia riposare per almeno 6 ore.
  • Con un cucchiaio togli l'eventuale schiuma presente sulla superficie poi aggiungi 3 cucchiai di olio, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, delle spezie aromatiche a scelta e i cipollati tagliati a fettine.
  • Versa il composto su una teglia rivestita con carta forno e inforna a 200° finché la superficie diventa dorata (ci vorranno circa 15-20 minuti).
  • Sforna e lascia raffreddare.

Torta salata con zucchine e ricotta

Piatto unico ideale per la primavera e l’estate, quando le zucchine sono più saporite. Facile e nutriente, può essere preparata in anticipo o portata in ufficio per la pausa pranzo.

Torta salta con zucchine e ricotta

Ingredienti
  

Per il ripieno

  • 2 zucchine
  • mezza cipolla
  • qualche foglia di basilico
  • 2 uova
  • 1 vasetto di ricotta (250g)
  • grana grattugiato
  • pane grattugiato

Per la sfoglia

  • 250 g farina tipo 1, tipo 2 o integrale
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 90 g acqua fredda
  • sale

Procedimento
 

Per la sfoglia

  • Versa in una ciotola la farina, l'olio, l'acqua e il sale. Impasta velocemente fino ad ottenere un panetto poi avvolgilo nella carta forno e riponilo in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per il ripieno

  • In una padella antiaderente versa un goccio di olio e la cipolla tritata finemente. Poi aggiungi le zucchine tagliate a cubetti, un pizzico di sale, una spolverata di pepe ed il basilico.
    Fai cuocere per circa 15 minuti poi spegni e lascia raffreddare.
  • Aggiungi alle zucchine la ricotta, 1 uovo e 1 albume (il tuorlo lascialo da parte), una manciata di formaggio grattugiato e un pizzico di noce moscata. Mescola bene.

Assemblaggio

  • Prendi l'impasto della sfoglia e con il matterello stendilo bene, poi posizionalo in una tortiera coperta con carta forno.
  • Versa sul fondo 1-2 cucchiai di pane grattugiato, poi aggiungi il ripieno e ripiega l'eventuale eccesso di sfoglia verso l'interno.
  • Spennella il tuorlo sulla superficie poi inforna a 180° per almeno 25-30 minuti.
  • Sforna e lascia raffreddare.

Baccalà mantecato a modo mio

Ricetta regionale veneta che prevede l’utilizzo di pochissimi ingredienti, in particolare baccalà dissalato, olio e aromi. Questa preparazione si discosta da quella tradizionale per l’impiego di poco olio, infatti nella ricetta originale si utilizzano circa 200-300g di olio, invece in questa versione ne bastano 2-3 cucchiai. Il risultato finale è quindi più leggero, ma molto gustoso e soffice grazie all’utilizzo della planetaria con frusta per montare il composto.

In alternativa alla planetaria può essere utilizzata una frusta elettrica, si parte dalla velocità più bassa per miscelare gli ingredienti e poi si aumenta gradualmente così da incorporare aria.

Baccalà mantecato a modo mio

Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 400-450 g baccalà
  • latte vaccino
  • olio extravergine di oliva
  • 1 foglia di alloro
  • 2 bacche di ginepro
  • pepe
  • aglio

Procedimento
 

  • Inizia 3 giorni prima mettendo in ammollo il baccalà e cambiando l'acqua almeno 2 volte al giorno.
  • Taglia il baccalà a pezzi poi posizionali in una pentola capiente con la foglia di alloro, le bacche di ginepro e lo spicchio di aglio. Copri il pesce con acqua e latte, in particolare 50% di acqua e 50% di latte. Porta a ebollizione e lascia cuocere per circa 15 minuti.
  • Quando cotto scola il pesce con l'aiuto di una schiumaiola così da conservare il liquido di cottura. Posiziona i pezzi di baccalà ben scolati su un piatto e lascia intiepidire.
  • Una volta tiepidi elimina le eventuali lische e posiziona i pezzi di pesce nella ciotola della planetaria. Con la frusta inizia a montare a velocità 2 per qualche minuto. Poi ggiungi 2 cucchiai di olio e 2 cucchiai del liquido di cottura e continua a montare a velocità crescente per circa 7-8 minuti finché si forma una massa cremosa e aerata.
    Se risultasse poco cremosa aggiungi ancora qualche cucchiaio del liquido di cottura e continua a montare.
  • Versa su un piatto da portata e aggiungi a piacere un cucchiaino di olio e un pizzico di pepe appena macinato.

Crema di ceci

Ricetta molto semplice e preparata con pochissimi ingredienti, in particolare ceci, olio, limone e pepe. Si possono utilizzare sia i ceci in scatola sia quelli secchi precedentemente ammollati e cotti.

La crema ottenuta può essere utilizzata per condire la pasta (in questo caso consiglio di allungarla con dell’acqua di cottura), per farcire del pane bruschettato oppure può essere riscaldata e consumata come vellutata.

Crema di ceci

Ingredienti
  

  • 1 scatola ceci
  • olio extravergine di oliva
  • pepe
  • scorza e succo di mezzo limone

Procedimento
 

  • In un mixer versare i ceci, 2 cucchiai di olio, il succo e la scorza di mezzo limone, del pepe macinato e 2 cucchiai di acqua.
  • Frullare bene fino ad ottenere una crema. Se risultasse troppo densa aggiungere qualche cucchiai di acqua.

Risotto con i fagioli

Piatto completo grazie alla combinazione del riso (fonte di carboidrati) con i fagioli secchi (fonte di proteine).

La preparazione del piatto con i legumi secchi è più lunga perchè prevede 12 ore o più di ammollo e circa 1-2 ore di cottura; tuttavia è possibile accorciare i tempi in questo modo:

  1. utilizzare la pentola a pressione permette di accorciare il tempo di cottura dei legumi. Per i fagioli bastano 30 minuti dal fischio.
  2. preparare con anticipo i legumi: questo modus operandi, tipico del meal preparation, consiste nel scegliere un giorno della settimana in cui si ha più tempo a disposizione (in genere il weekend) e preparare parte degli alimenti che si consumeranno durante la settimana. Ad esempio, il sabato pomeriggio si mettono i legumi scelti (fagioli, ceci, fave…) in ciotole diverse e li si lascia in ammollo per tutta la notte. La domenica mattina si procede alla cottura separata dei diversi legumi e una volta cotti e raffreddati, li si ripone in frigorifero o in congelatore. In questo modo, quando durante la settimana si deciderà di preparare un piatto contenete legumi, basterà riscaldarli.

Risotto con i fagioli

Ingredienti
  

Per i fagioli

  • 30g a testa fagioli secchi da lasciare in ammollo per 12h
  • 1 foglia di alloro

Per il risotto

  • riso
  • mezza cipolla 
  • 1 cucchiaio concentrato di pomodoro
  • brodo vegetale preparato con 1 carota, 1 sedano, 1 cipolla, 5 grani di pepe, 1 cucchiaino di sale e a piacere 2 chiodi di garofano/2 bacche di ginepro (oppure utilizzare del dado fatto in casa)
  • olio extravergine di oliva

Procedimento
 

  • Inizia sciacquando i fagioli e facendoli cuocere in acqua aromatizzata con alloro. Lascia cuocere per 1 ora e mezza oppure 45 minuti in pentola a pressione. Aggiungi un pizzico di sale solo a cottura ultimata.
  • Nel frattempo prepara il brodo vegetale.
  • Trita la mezza cipolla e falla imbiondire in una pentola con un goccio di olio. Poi aggiungi il riso e fai tostare bene i chicchi. A piacere sfuma con del vino bianco. Aggiungi un mestolo di brodo, il concentrato di pomodoro e i legumi cotti. Continua la cottura per circa 15-20 minuti aggiungendo il brodo poco alla volta.
  • Una volta cotto spegni il fuoco e aggiungi del grana.