Torta salata spinaci e robiola

Piatto unico ideale da preparare tutto l’anno utilizzando gli spinaci congelati o quelli freschi. Facile e nutriente, può essere preparata in anticipo o portata in ufficio per la pausa pranzo.

In alternativa agli spinaci è possibile utilizzare le biete, le foglie delle coste, il bok choi, il cavolo nero oppure la cicoria.

Torta salata spinaci e robiola

Ingredienti
  

Per il ripieno

  • 500 g spinaci freschi o surgelati
  • 200 g robiola
  • 2 uova
  • sale, pepe e noce moscata
  • grana grattugiato
  • pane grattugiato

Per la sfoglia

  • 250 g farina di tipo 1, tipo 2 o integrale
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 90 g acqua fredda
  • sale

Procedimento
 

Per la sfoglia

  • Versa in una ciotola la farina, l'olio, l'acqua e il sale. Impasta velocemente fino ad ottenere un panetto poi avvolgilo nella carta forno e riponilo in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per il ripieno

  • In una padella antiaderente versa un goccio di olio e gli spinaci. Poi aggiungi un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Fai cuocere per circa 10 minuti poi spegni e lascia raffreddare.
    Aggiungi agli spinaci la robiola, 1 uovo e 1 albume (il tuorlo lascialo da parte), una manciata di formaggio grattugiato e un pizzico di noce moscata. Mescola bene.

Assemblaggio

  • Prendi l'impasto della sfoglia e con il matterello stendilo bene, poi posizionalo in una tortiera coperta con carta forno. Versa sul fondo 1-2 cucchiai di pane grattugiato, poi aggiungi il ripieno e ripiega l'eventuale eccesso di sfoglia verso l'interno. Spennella il tuorlo sulla superficie poi inforna a 180° per almeno 25-30 minuti.
    Sforna e lascia raffreddare.

Farifrittata con il cipollotto

La farifrittata è un’alternativa vegetale alla classica frittata con le uova. Prevede l’utilizzo della farina di ceci e richiede un lungo riposo di almeno 6 ore.

La farifritatta può essere arricchita con qualsiasi verdura di stagione, coma ad esempio zucchine, spinaci, bietole, asparagi, agretti, porri…

La farifrittata può essere cotta al forno oppure in padella.

Farifrittata con cipollotto fresco

Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 190 g farina di ceci
  • 500 ml acqua a temperatura ambiente
  • 2 cipollotti freschi
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • mix erbe aromatiche a scelta

Procedimento
 

  • In una ciotola versa la farina e aggiungi lentamente l'acqua mescolando continuamente con una frusta in modo da non creare dei grumi.
    Copri e lascia riposare per almeno 6 ore.
  • Con un cucchiaio togli l'eventuale schiuma presente sulla superficie poi aggiungi 3 cucchiai di olio, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, delle spezie aromatiche a scelta e i cipollati tagliati a fettine.
  • Versa il composto su una teglia rivestita con carta forno e inforna a 200° finché la superficie diventa dorata (ci vorranno circa 15-20 minuti).
  • Sforna e lascia raffreddare.

Torta salata con zucchine e ricotta

Piatto unico ideale per la primavera e l’estate, quando le zucchine sono più saporite. Facile e nutriente, può essere preparata in anticipo o portata in ufficio per la pausa pranzo.

Torta salta con zucchine e ricotta

Ingredienti
  

Per il ripieno

  • 2 zucchine
  • mezza cipolla
  • qualche foglia di basilico
  • 2 uova
  • 1 vasetto di ricotta (250g)
  • grana grattugiato
  • pane grattugiato

Per la sfoglia

  • 250 g farina tipo 1, tipo 2 o integrale
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 90 g acqua fredda
  • sale

Procedimento
 

Per la sfoglia

  • Versa in una ciotola la farina, l'olio, l'acqua e il sale. Impasta velocemente fino ad ottenere un panetto poi avvolgilo nella carta forno e riponilo in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per il ripieno

  • In una padella antiaderente versa un goccio di olio e la cipolla tritata finemente. Poi aggiungi le zucchine tagliate a cubetti, un pizzico di sale, una spolverata di pepe ed il basilico.
    Fai cuocere per circa 15 minuti poi spegni e lascia raffreddare.
  • Aggiungi alle zucchine la ricotta, 1 uovo e 1 albume (il tuorlo lascialo da parte), una manciata di formaggio grattugiato e un pizzico di noce moscata. Mescola bene.

Assemblaggio

  • Prendi l'impasto della sfoglia e con il matterello stendilo bene, poi posizionalo in una tortiera coperta con carta forno.
  • Versa sul fondo 1-2 cucchiai di pane grattugiato, poi aggiungi il ripieno e ripiega l'eventuale eccesso di sfoglia verso l'interno.
  • Spennella il tuorlo sulla superficie poi inforna a 180° per almeno 25-30 minuti.
  • Sforna e lascia raffreddare.

Baccalà mantecato a modo mio

Ricetta regionale veneta che prevede l’utilizzo di pochissimi ingredienti, in particolare baccalà dissalato, olio e aromi. Questa preparazione si discosta da quella tradizionale per l’impiego di poco olio, infatti nella ricetta originale si utilizzano circa 200-300g di olio, invece in questa versione ne bastano 2-3 cucchiai. Il risultato finale è quindi più leggero, ma molto gustoso e soffice grazie all’utilizzo della planetaria con frusta per montare il composto.

In alternativa alla planetaria può essere utilizzata una frusta elettrica, si parte dalla velocità più bassa per miscelare gli ingredienti e poi si aumenta gradualmente così da incorporare aria.

Baccalà mantecato a modo mio

Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 400-450 g baccalà
  • latte vaccino
  • olio extravergine di oliva
  • 1 foglia di alloro
  • 2 bacche di ginepro
  • pepe
  • aglio

Procedimento
 

  • Inizia 3 giorni prima mettendo in ammollo il baccalà e cambiando l'acqua almeno 2 volte al giorno.
  • Taglia il baccalà a pezzi poi posizionali in una pentola capiente con la foglia di alloro, le bacche di ginepro e lo spicchio di aglio. Copri il pesce con acqua e latte, in particolare 50% di acqua e 50% di latte. Porta a ebollizione e lascia cuocere per circa 15 minuti.
  • Quando cotto scola il pesce con l'aiuto di una schiumaiola così da conservare il liquido di cottura. Posiziona i pezzi di baccalà ben scolati su un piatto e lascia intiepidire.
  • Una volta tiepidi elimina le eventuali lische e posiziona i pezzi di pesce nella ciotola della planetaria. Con la frusta inizia a montare a velocità 2 per qualche minuto. Poi ggiungi 2 cucchiai di olio e 2 cucchiai del liquido di cottura e continua a montare a velocità crescente per circa 7-8 minuti finché si forma una massa cremosa e aerata.
    Se risultasse poco cremosa aggiungi ancora qualche cucchiaio del liquido di cottura e continua a montare.
  • Versa su un piatto da portata e aggiungi a piacere un cucchiaino di olio e un pizzico di pepe appena macinato.

Crema di ceci

Ricetta molto semplice e preparata con pochissimi ingredienti, in particolare ceci, olio, limone e pepe. Si possono utilizzare sia i ceci in scatola sia quelli secchi precedentemente ammollati e cotti.

La crema ottenuta può essere utilizzata per condire la pasta (in questo caso consiglio di allungarla con dell’acqua di cottura), per farcire del pane bruschettato oppure può essere riscaldata e consumata come vellutata.

Crema di ceci

Ingredienti
  

  • 1 scatola ceci
  • olio extravergine di oliva
  • pepe
  • scorza e succo di mezzo limone

Procedimento
 

  • In un mixer versare i ceci, 2 cucchiai di olio, il succo e la scorza di mezzo limone, del pepe macinato e 2 cucchiai di acqua.
  • Frullare bene fino ad ottenere una crema. Se risultasse troppo densa aggiungere qualche cucchiai di acqua.

Palamita al cartoccio

La palamita è un pesce appartenente alla famiglia Scombridae, perciò è classificato come pesce azzurro e quindi ricco di acidi grassi omega 3.

Questo pesce è spesso chiamato “tonno dei poveri” per il suo basso costo al kilo e ha come caratteristica quello di avere delle carni sode e un sapore deciso, molto simile a quello dello sgombro.

Se cucinato al forno è meglio preferire la cottura al cartoccio perchè permette di mantenere la carne più morbida e succosa.

Palamita al cartoccio

Ingredienti
  

  • 1 palamita eviscerata
  • mezzo limone
  • olio extravergine di oliva
  • spezie miste es. salvia, rosmarino, timo, origano…
  • sale e pepe
  • olive taggiasche (facoltative)

Procedimento
 

  • Preparare una teglia con della carta forno e appoggiarci la palamita.
  • Nella pancia del pesce inserire delle fette di limone, le erbe aromatiche scelte e qualche oliva. Poi condire con un filo di olio, del sale, del pepe e qualche altra oliva.
  • Richiudere bene la carta forno attorno al pesce e coprire con della carta stagnola.
  • Cuocere in forno a 180° per 20 minuti.

Note

E’ possibile arricchire la ricetta aggiungendo dei pomodorini tagliati a metà.

Baccalà al forno con olive e capperi

Il baccalà è un merluzzo che viene conservato attraverso la tecnica della salatura. Prima del suo utilizzo in cucina è necessario dissalarlo per alcuni giorni, altrimenti il gusto salato è eccessivo e renderà immangiabile il piatto. E’ sufficiente:

  • togliere il baccalà dalla confezione e passarlo sotto l’acqua corrente in modo da eliminare il sale esterno
  • posizionarlo in una ciotola contenente acqua fredda e riporlo in frigorifero
  • cambiare acqua almeno 2-3 volte al giorno per 3 giorni

Il baccalà può essere preparato in umido con un sughetto di pomodoro, in insalata con un mix di verdure di stagione oppure per preparare piatti tipici come il baccalà mantecato tipico della cucina veneziana. In questo caso lo propongo al forno con olive e capperi.

Baccalà al forno

Poichè il pesce potrebbe restare leggermente salato è consigliato non aggiungere sale durante la preparazione.

Ingredienti
  

  • baccalà dissalato
  • pane raffermo
  • 1 cucchiaino curcuma
  • 1 cucchiaino mix erbe aromatiche secche timo, origano, salvia, romarino…
  • una manciata olive
  • una manciata capperi

Procedimento
 

  • Sciacqua il baccalà un'ultima volta sotto l'acqua corrente, poi taglialo in porzioni e asciugalo con della carta da cucina.
  • Grattugia del pane raffermo su un piatto e aggiungi della curcuma, del pepe macinato e le erbe scelte.
  • Impana le fette di baccalà e posizionale su una teglia rivestita di carta forno.
  • Sciacqua le olive e i capperi sotto acqua corrente, poi aggiungili al pesce e condisci il tutto con un filo di olio.
  • Inforna a 180° per 20-25 minuti.

Polpette di manzo

E’ la ricetta che mi ha insegnato la nonna, anche se nel corso degli anni ho apportato alcune modifiche come l’aggiunta di semi di senape nell’impasto e di un cucchiaio di curcuma nella farina. Queste polpette infatti vengono infarinate e cotte in padella con un filo di olio, tuttavia è possibile evitare l’infarinatura e cuocerle in forno.

Polpette di manzo

Per la realizzazione utilizzo polpa di fassona macinata tuttavia è possibile utilizzare altre razze come la Chianina, la piemontese, la marchigiana…
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 500g macinato di manzo
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di latte
  • parmigiano grattugiato
  • pane raffermo grattugiato
  • erbe aromatiche fresche prezzemolo, salvia e erba cipollina
  • 1 cucchiaino semi di senape da macinare (basta posizionare i semi su un foglio di carta da cucina e passarci sopra più volte il mattarello)
  • farina
  • 1 cucchiaino curcuma
  • olio

Procedimento
 

  • Iniziare tritando il prezzemolo e tagliando a pezzetti la salvia e l'erba cipollina.
    In una ciotola versare la carne macinata, l'uovo, le erbe, il latte, un po' di grana e un po' di pane grattugiati, il sale, il pepe e i semi di senape. Mescolare bene e se risultasse troppo morbido aggiungere ancora del pane e del grana grattugiati.
    Mescolare bene e riposare l'impatto per una decina di minuti poi preparare le polpette e man mano disporle su un piatto leggermente oliato.
    In un piatto fondo aggiungere qualche cucchiaio di farina e la curcuma, poi passare le polpette in modo da infarinarle bene.
    In una padella aggiungere un filo d'olio e quando caldo posizionare le polpette. Lasciar cuocere da un lato, poi girare e continuare la cottura dall'altra parte.
    A metà cottura si può sfumare con un goccio di vino.
    Quando cotte spegne il fuoco e servire tiepide o fredde.

Note

In alternativa all’erba cipollina si può tritare finemente una cipolla, farla appassire in padella con un goccio di olio. quando cotta, spegnere, lascia raffreddare e aggiungere all’impasto delle polpette.

Bocconcini di pollo con i funghi

Secondo piatto dal profumo autunnale che può essere realizzato utilizzando funghi freschi, congelati o secchi.

Per il pollo ho scelto delle sovracosce che ho disossato e tagliato a bocconcini. Le ossa non vanno buttate ma possono essere impiegate nella preparazione del brodo per un risotto.

Bocconcini di pollo e funghi

Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 2 sovracosce a testa da disossare e tagliare a bocconcini
  • 1 cipolla (facoltativo)
  • 30 9 funghi secchi oppure 300g di funghi freschi o congelati
  • aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • vino per sfumare
  • 4-5 foglie di salvia

Procedimento
 

  • Iniziare mettendo a bagno i funghi secchi.
    Preparare la carne e tagliare la cipolla e la salvia a fettine sottili.
    In una padella aggiungere un filo di olio, la cipolla e la salvia. Lasciar cuocere per qualche minuto poi aggiungere i bocconcini di pollo e mescolare continuamente in modo da far sigillare la carne.
    Sfumare con il vino bianco e continuare la cottura per circa 10 minuti (se i bocconcini sono grandi potrebbe essere necessario più tempo).
    Aggiungere i funghi ed eventualmente un pochino di acqua calda (va bene l'acqua di ammollo dei funghi secchi), salare, pepare e continuare la cottura per qualche minuto finché la carne risulta ben cotta.

Farinata

Piatto tipico della cucina genovese che prevede l’utilizzo della farina di ceci, un alimento senza glutine dall’alto contenuto proteico (circa 21g di proteine su 100g di prodotto).

E’ una ricetta molto semplice, tuttavia ci sono alcuni accorgimenti da seguire:

  • lascia riposare per almeno 3-4 ore la pastella di acqua, farina e sale
  • togli la schiuma che si forma in superficie
  • puoi arricchire l’impasto con spezie, erbe aromatiche o delle verdure per rende il risultato finale più gustoso

Farinata

Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 250g farina di ceci
  • 750ml acqua fredda 
  • 3 cucchiai olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • mix di erbe aromatiche secche (salvia, timo, rosmarino, erba cipollina…)

Procedimento
 

  • In una ciotola versa la farina di ceci e aggiungi l'acqua poco alla volta mescolando con una frusta in modo da evitare la formazione di grumi.
    Poi aggiungi del sale e lascia riposare per almeno 3-4 ore.
  • Con un cucchiaio togli la schiuma presente sulla superficie, poi aggiungi l'olio, il pepe e mescola bene.
    (Puoi arricchire l'impasto con del porro o del cipollato tagliato a rondelle, delle foglie di spinaci, delle zucchine grattugiate o qualsiasi verdura che ti piace)
  • Versa il composto su una teglia rivestita con carta forno e cospargi sulla superficie un mix di erbe.
    Cuoci in forno a 200° finchè si forma la crosticina.

Note

La farinata può essere accompagnata con un contorno di verdure cotte come spinaci, cime di rapa, zucchine…