Insaporitore vegetale fatto in casa

A casa mia il dado è sempre stato un ingrediente fisso, veniva utilizzato per preparare le minestre, il brodo del risotto, per insaporire il sugo, le verdure cotte, il pesce e la carne.

Non mi sono mai posta la necessità di prepararlo in casa, finché studiando per diventare nutrizionista ho iniziato a osservare attentamente le confezioni degli alimenti che ero solita acquistare, prestando particolare attenzione alla lista degli ingredienti. Nel mio immaginario il dado vegetale doveva contenere un’elevata quantità di verdure e invece mi accorsi che conteneva circa il 4- 7% di ortaggi… e il restante 93-96% cos’era?

Principalmente sale, grassi vegetali come olio di palma e burro di karitè, vari esaltatori di sapore e fonti nascoste di sodio come glutammato monosodico, inosinato disodico e guanilato disodico, zucchero e in piccolissima percentuale delle spezie.

A questo punto mi sono chiesta se fosse possibile preparare un insaporitore 100% vegetale e siccome la voglia di sperimentare in cucina non mi è mai mancata ho provato diverse versioni e quella che mi ha dato più soddisfazione prevedeva l’essiccamento degli ortaggi che in questo modo mantengono un odore e un aroma più decisi.

Ingredienti

  • cipolla, sedano e carote
  • verdure a scelta tra pomodori, porri, erbette, zucchine, spinaci…
  • insaporitori a scelta tra prezzemolo, basilico e salvia
  • 2-3 spicchi di aglio (facoltativo)

Preparazione

  1. Frullare le verdure con un mixer
  2. Posizionare il composto sui ripiani rivestiti con carta forno o apposite retine antiaderenti
  3. Lasciar essiccare a circa 55° per 24 ore
  4. Una volta ben secchi frullare nuovamente e versare in un vasetto con chiusura ermetica
Verdura frullata da essiccare
Insaporitore vegetale pronto all’uso