Dolore durante il ciclo? Anche l’alimentazione può aiutare

La dismenorrea, ossia il ciclo doloroso, è una condizione ginecologica ampiamente diffusa che interessa circa l‘80% delle donne con una maggiore incidenza tra le adolescenti. Alcune donne sentono poco dolore, mentre in altre i crampi sono così forti da interferire con le attività quotidiane.

In generale il dolore mestruale viene classificato in

  • Primario se circoscritto alle mestruazioni e non correlato ad altre problematiche
  • Secondario se correlato ad altre condizioni come endometriosi, cisti, infezioni…

La primaria è la forma di dismenorrea più diffusa nelle donne fertili e oltre al dolore spesso causa anche nausea, vomito, gonfiore e diarrea.

I fattori di rischio per la dismenorrea primaria sono:

  • età inferiore ai 30 anni
  • BMI inferiore a 20
  • menarca (primo ciclo) prima dei 12 anni
  • lunga durata del ciclo
  • perdita abbondante di sangue durante il ciclo
  • storia familiare di dismenorrea

I sintomi, tuttavia, sembrano diminuire con l’aumentare dell’età e nelle donne che hanno partorito. 

Il ruolo del cibo

Il ciclo mestruale è un processo caratterizzato da armonia tra eventi infiammatori ed antinfiammatori, tuttavia stile di vita e abitudini alimentari errati possono favorire la produzione di molecole infiammatorie sbilanciando questo equilibrio con conseguente comparsa di disordini del ciclo, tra cui la dismenorrea.

Favoriscono la produzione di molecole infiammatorie

  • una dieta ricca di:
    • zuccheri semplici provenienti da bevande zuccherate
    • grassi di scarsa qualità come oli vegetali e margarina
    • grassi saturi provenienti da carne rossa, panna, olio di cocco, formaggi…
    • merendine, pane confezionato e cibi pronti che oltre ad essere densamente calorici sono ricchi di zuccheri, farine raffinate e oli vegetali di bassa qualità
  • uno stile di vita non attivo e fonte di stress

Favoriscono la produzione di molecole antinfiammatorie

  • una dieta ricca di
    • cereali integrali ricchi di fibre
    • frutta e verdura ricche di fibre, minerali e vitamine
    • olio extravergine di oliva
    • pesce azzurro ricco di acidi grassi omega 3
    • frutta secca oleosa
  • uno stile di vita attivo che preveda almeno 1-2 volte alla settimana delle attività di rilassamento come yoga, meditazione o una semplice camminata all’aperto.

Quali sono i consigli da seguire durante i giorni del ciclo?

  • Bere abbondantemente acqua a temperatura ambiente o tiepida.
  • Bere infusi a base di cannella, melissa, camomilla, tulsi… che hanno un’azione rilassante e calmante
  • Bere durante il pasto una piccola porzione di brodo di ossa, di verdura o di carne
  • Mangiare piccole porzioni di cibo in modo da evitare un aumento del volume intestinale
  • Scegliere fonti alimentari di ottima qualità
  • Eliminare zuccheri così da stabilizzare la glicemia
  • Limitare caffè e tè 

Conclusioni

Infine si ricorda l’importanza di parlare con il ginecologo della propria situazione così da poter ricercare l’eventuale causa e trattarla adeguatamente. Inoltre siccome stile di vita e stile alimentare possono influenzare i processi biologici favorendo la produzione di molecole infiammatorie e antinfiammatorie è consigliato intraprendere un percorso che miri a migliorare questi aspetti.

Bibliografia

Clinical Expert Series: Primary Dysmenorrhea Diagnosis and Therapy

Relationship between Dysmenorrhea, Dietary Inflammatory Index, and C-reactive Protein Level